Home Viaggi Che te ne Paros? Una figata!

Che te ne Paros? Una figata!

di Massimiliano Donghi
0 commenti
Paros Grecia

A inizio settembre ho avuto la fortuna e il piacere di tornare in un paese che adoro, la Grecia, e di visitare un posto stupendo: Paros. L’occasione era veramente particolare, un viaggio per il matrimonio di due cari amici.

COME ARRIVARE?

Raggiungere Paros dall’Italia è semplice ed economico, basta utilizzare la combo aereo + traghetto. Con il volo è possibile atterrare a scelta in un aeroporto tra Mykonos, Naxos e Santorini e poi da lì via mare conquistare la meta. Noi abbiamo optato per Mykonos, con un volo in partenza il sabato mattina da Malpensa ad un orario talmente pre-alba che la compagnia aerea voleva farmi imbarcare in stiva persino le borse sotto gli occhi.
Dall’aeroporto di Mykonos basta prendere uno dei magnifici bus greci stile anni ’70 e arrivare al Porto Vecchio, da dove si prendere un traghettino che in pochi minuti recapita il pubblico pagante al Porto Nuovo, da lì partono le imbarcazioni più grandi.
Biglietto prenotato con FerryHopper, senza neanche bisogno di stamparlo, e in 45 minuti scarsi di catamarano il gioco è fatto, si arriva al porto di Paroikia.

DOVE SOGGIORNARE

Alloggiando e avendo visitato prevalentemente la parte nord io consiglio sicuramente Naoussa. Basta la classica ricerca veloce via Booking.com per trovare un’infinità di alloggi a qualsiasi prezzo.

Ti potrebbe interessare

Scrivi un commento